GRUPPO ARCHEOSUB LABRONICO Volos Home Pubblicazioni Articoli Foto Calafuria Secche di Vada Livorno e dintorni Blog Eventi Contatti

L’ancora con svastica

di Volos Si tratta di un’ancora litica rinvenuta nel porto antico di Volos (Tessaglia) e  conservata nel Museo Archeologico di quella città. Appartiene a un tipo di ancore greche di forma piramidale tronca che i  greci definiscono «puramido-eideîs líthines ánkures» e gli anglofoni  «pyramidal stone anchors» (figg. 1a e 1b).  Fig. 1a: Ancora con svastica di Volos (cortesia di Honor Frost) Fig. 1b: La medesima ancora di Volos (cortesia di Honor Frost) È costituita da pietra vulcanica locale e mostra un colore grigio cenerino  («tefrós» ). Un grosso foro passante, perfettamente circolare, non serve,  come ci si attenderebbe, per il passaggio e la legatura del cavo, ma per  l’introduzione e l’incastro di una robusta marra di legno con funzione di  ceppo. Un altro foro, apicale (area tronca) e verticale, si connette  internamente con il primo e serve per il cavo nel modo ricostruito nella fig.  2.

 Fig. 2: Ricostruzione di un’ancora piramidale                                                                       

(cortesia di Honor Frost)

Sono disponibili parecchie altre ancore «piramidali», tutte greche del V-IV  sec. a. C. (apogeo della potenza navale greca), di colore  caratteristicamente cenerino, ben lavorate, squadrate, con un bel foro  ampio e rotondo, spesso identiche tra loro, come a stampo: almeno 6  sono conservate nel Museo del Mare del Pireo e provengono dai fondali di  Zea Liman, l’antico porto delle triremi ateniesi, 3 sono state rinvenute nel  mare di Taranto, una all’Ognina di Siracusa, una a Linosa (Pelagie) e  qualche altra. L’ancora di Volos si distingue fra tutte per la presenza di una vistosa  svastica, incisa sulla faccia anteriore e di significato verosimilmente solare  e beneaugurante. Tale era infatti da secoli il significato della svastica o  croce uncinata nel mondo egeo-anatolico (Creta, Cipro, Troia) e  propriamente greco (primo stile geometrico di Dypilon).   Ancore piramidali sono raffigurate nelle pagine 75-76-82 del libro di A.  Papò, «Ancore di pietra, Viaggio alle radici della storia», IREC0, 2004. La  prima di dette figure mostra 2 esemplari collocati, uno per lato, nel vano  esterno della traversa di prora del modellino di una gloriosa trireme  temistoclea del Museo del Mare del Pireo.                                                                                        Alessandro Papò, Letizia Marini, Gianluca Citi                                                                                       del Gruppo Archeosub Labronico
1: gruppoarcheosublabronico
2: pubblicazioni.htm
3: articoli.htm
4: foto.htm
5: calafuria.htm
6: secche di vada.htm
7: livorno e dintorni.htm
8: blog.htm
9: eventi.htm
10: 2014.htm
11: 2015.htm
12: 2016.htm
13: contatti.htm
14: il relitto etrusco di calafuria.htm
15: vini etruschi ed anfore di calafuria.htm
16: calafuria sommersa.htm
17: livorno estate sicura.htm
18: segnalazioni.htm
19: ancora biblo.htm
20: gli etruschi e il mare.htm
21: il relitto piu antico del mondo.htm
22: l ancora biblo nefer.htm
23: ancore litiche.htm
24: le navi di nemi.htm
25: pietre a quincunce.htm
26: tabella e legenda ancore litiche.htm
27: volos.htm
28: saccheggi e recuperi a calafuria.htm
29: altra anfora di calafuria.htm
30: coralline ginori.htm
31: le piscine etrusco romane.htm
32: l oggetto misterioso.htm
33: mazzere d ingegno.htm
34: lo scoglio dei sette fratelli.htm
35: foto calafuria.htm
36: foto secche di vada.htm
37: foto livorno e dintorni.htm
38: foto associazione.htm
39: foto storiche.htm
40: archeologia calafuria.htm
41: il relitto.htm
42: anfore.htm
43: ancore.htm
44: mazzere.htm
45: calafuria sottosopra.htm
46: calafuria sottosopra - copia.htm
47: c sottosopra isola.htm
48: c sottosopra artiglio.htm
49: c sottosopra la crociata.htm
50: c sottosopra il nord ovest.htm
51: c sottosopra etrusco.htm
52: punti di immersione calafuria.htm
53: pic -isola.htm
54: pic -artiglio.htm
55: pic -crociata.htm
56: pic -nord ovest.htm
57: pic -etrusco.htm
58: isola.htm
59: la parete del boccale.htm
60: dead zone.htm
61: grotta del grongo.htm
62: ciglio di fondo.htm
63: lo scivolo.htm
64: la punta di mezzo.htm
65: i monoliti.htm
66: la crociata.htm
67: i tre fratelli.htm
68: la parete nord.htm
69: gorgonie.htm
70: il relitto etrusco.htm
71: filmati calafuria.htm
72: alto calafuria.htm
73: carte.htm
74: biologia calafuria.htm
75: corallo.htm
76: le gorgonie.htm
77: posidonia.htm
78: fauna marina.htm
79: pesca.htm
80: geologia calafuria.htm
81: grotte e anfratti.htm
82: pareti a strapiombo.htm
83: scogli isolati.htm
84: archeologia secche di vada.htm
85: punti di immersione secche di vada.htm
86: sv 24 ciglio di terra.htm
87: sv 31 muraglione.htm
88: sv 34 lo scoglio di ammazzamucche.htm
89: sv 40 ciglio fantasma.htm
90: sv 64 il paretone.htm
91: filmati secche di vada.htm
92: altro secche di vada.htm
93: archeologia livorno e dintorni.htm
94: punti di immersione livorno e dintorni.htm
95: ciabatta.htm
96: ld 60 lo spigolo.htm
97: ld 28 punta del monti.htm
98: filmati livorno e dintorni.htm
99: altro livorno e dintorni.htm
100: discese 1.htm
101: discese 2.htm
102: discese 3.htm
103: discese 4.htm
104: discese 5.htm
105: discese 6.htm
106: discese 7.htm
107: discese 8.htm
108: discese 9.htm
109: discese 10.htm
110: discese 11.htm
111: discese 12.htm
112: discese 13.htm
113: discese 14.htm
114: discese 15.htm
115: discese 16.htm
116: discese 17.htm
117: i1.htm
118: i2.htm
119: i3.htm
120: i4.htm
121: a1.htm
122: a2.htm
123: a3.htm
124: a4.htm
125: c1.htm
126: c2.htm
127: c3.htm
128: c4.htm
129: n1.htm
130: n2.htm
131: n3.htm
132: n4.htm
133: e1.htm
134: e2.htm
135: e3.htm
136: e4.htm