GRUPPO ARCHEOSUB LABRONICO L’oggetto misterioso di Calafuria Home Pubblicazioni Articoli Calafuria Secche di Vada e dintorni Altro Contatti
L’OGGETTO MISTERIOSO DI CALAFURIA MYSTERIOUS LEADEN OBJECT DISCOVERED IN THE SEA OF CALAFURIA-LIVORNO (DEPTH: - 30M.) CLOSE TO AN ETRUSCAN WRECK. 1. L’oggetto misterioso Nel giacimento archeologico di Calafuria (probabile relitto etrusco della  fine del V sec. a.C.), recentemente scoperto dal G.A.L. (Gruppo  Archeosub Labronico) di Rosignano Marittimo, è stato rinvenuto, alla  profondità di 30 m., un oggetto di piombo massiccio, ricoperto da uno  strato di calcare, del peso di 23 Kg. Ha la forma di un parallelepipedo a  base piatta e quadrata (cm.12x12), sormontato da una sorta di anello di  sospensione incorporato, dello stesso piombo, per un’altezza complessiva  di cm. 32. Ogni faccia dell’arnese presenta alcuni fori (3,4,3,4) non  passanti, non combacianti, non ordinati, profondi cm. 5 e larghi cm. 1,5-  1,8. Il reperto è stato regolarmente denunciato e consegnato, insieme a  tutti gli altri del giacimento, al Museo Archeologico di Rosignano Marittimo  (Livorno). Non comprendendone affatto la funzione, abbiamo cominciato a sottoporre  (via internet) il piombo in questione all’attenzione interpretativa dei  maggiori archeologi subacquei di tutto il Mediterraneo. In attesa degli  sviluppi dell’inchiesta, possiamo intanto dire che l’appartenenza  dell’oggetto al contesto del relitto etrusco, pur non essendo affatto  scontata, è comunque molto più probabile del contrario e che il foro  passante apicale sembra specificamente predisposto per la legatura di un  cavo o sagola. Questo stesso fatto, anzi, insieme alla forma dell’oggetto,  al peso discreto, al materiale di composizione, al sito e contesto, sembra  orientare, almeno a prima vista, verso un ristretto numero di  interpretazioni: uno scandaglio, una zavorra per discesa rapida degli  urinatores e un’ancora. Troppo pesante, però, per uno scandaglio di  piombo poiché questi strumenti pesavano generalmente pochi o  pochissimi Kg. Essi, inoltre, presentavano una cavità relativamente ampia  per il grasso, nel punto d’impatto con il fondale, e mai fori non passanti.  Troppo pesante anche per un peso da urinatores (sommozzatori romani)  poiché, per una profondità di 30 m., com’è noto a tutti gli apneisti, bastano  solo pochi Kg. di piombo. Anche in questo caso, peraltro, non si  spiegherebbe la funzione dei numerosi fori non passanti. L’ipotesi di  un’ancora, invece, sembrerebbe più plausibile: le misure dei fori sono  sufficienti per l’introduzione a incastro per battuta dell’estremità rastremata  di marre corte di legno del diametro di almeno cm. 2,5 (quanto quello del  bastone di una scopa), incastro che verrebbe rafforzato dal rigonfiamento  del legno in acqua. Dunque un prototipo d’ancora di piombo di fine V sec. a.C.? Stando alle  prime risposte dell’indagine, è possibile (anche l’epoca è peraltro giusta),  ma non è per niente detto, poiché le interpretazioni pervenute sono già  diverse. Proprio ieri, oltretutto, ci è arrivato un laconico «I have no idea»  da una grandissima autorità, forse la massima, dell’archeologia  subacquea mondiale. Su un fatto, però, si trovano tutti d’accordo: il tema e  il quesito sono indubbiamente stimolanti. Chi volesse gentilmente  esprimere anche il suo parere ci contatti pure.   Alessandro Papò Gianluca Citi Letizia Marini 2. Un’ ipotesi.
1: gruppoarcheosublabronico
2: pubblicazioni.htm
3: articoli.htm
4: calafuria.htm
5: secche e dintorni.htm
6: eventi.htm
7: contatti.htm
8: il relitto etrusco di calafuria.htm
9: vini etruschi ed anfore di calafuria.htm
10: calafuria sommersa.htm
11: livorno estate sicura.htm
12: calafuria sopra e sotto.htm
13: secche di vada e dintorni.htm
14: segnalazioni.htm
15: 2014.htm
16: 2015.htm
17: 2016.htm
18: 2017.htm
19: 2018.htm
20: 2019.htm
21: 2020.htm
22: ancora biblo.htm
23: gli etruschi e il mare.htm
24: il relitto piu antico del mondo.htm
25: l ancora biblo nefer.htm
26: ancore litiche.htm
27: le navi di nemi.htm
28: pietre a quincunce.htm
29: tabella e legenda ancore litiche.htm
30: volos.htm
31: saccheggi e recuperi a calafuria.htm
32: altra anfora di calafuria.htm
33: coralline ginori.htm
34: le piscine etrusco romane.htm
35: l oggetto misterioso.htm
36: mazzere d ingegno.htm
37: lo scoglio dei sette fratelli.htm
38: la costa emersa.htm
39: discese 1.htm
40: discese 2.htm
41: discese 3.htm
42: discese 4.htm
43: discese 5.htm
44: discese 6.htm
45: discese 7.htm
46: discese 8.htm
47: discese 9.htm
48: discese 10.htm
49: discese 11.htm
50: discese 12.htm
51: discese 13.htm
52: discese 14.htm
53: discese 15.htm
54: discese 16.htm
55: discese 17.htm
56: la costa sommersa.htm
57: il fondale.htm
58: le 5 zone.htm
59: corallo.htm
60: posidonia.htm
61: le gorgonie.htm
62: carte.htm
63: archeologia calafuria.htm
64: il relitto.htm
65: anfore.htm
66: ancore.htm
67: mazzere.htm
68: vasche.htm
69: strada romana.htm
70: subacquea c.htm
71: oltre 40 mt.htm
72: pareti a strapiombo.htm
73: grotte e anfratti.htm
74: snorkeling.htm
75: punti di immersione.htm
76: pic -isola.htm
77: pic -artiglio.htm
78: pic -crociata.htm
79: pic -nord ovest.htm
80: pic -etrusco.htm
81: isola.htm
82: la parete del boccale.htm
83: dead zone.htm
84: grotta del grongo.htm
85: ciglio di fondo.htm
86: lo scivolo.htm
87: la punta di mezzo.htm
88: i monoliti.htm
89: la crociata.htm
90: i tre fratelli.htm
91: la parete nord.htm
92: gorgonie.htm
93: il relitto etrusco.htm
94: percorsi subacquei.htm
95: film e foto calafuria.htm
96: altro calafuria.htm
97: pericoli e consigli.htm
98: sport e tempo libero.htm
99: sv porti nelle vicinanze.htm
100: sv la secca.htm
101: sv il faro.htm
102: sv aree di maggiore interesse.htm
103: sv rotte e distanze.htm
104: sv il mondo sommerso.htm
105: sv relitti sommersi.htm
106: sv subacquea.htm
107: sv la pesca.htm
108: sv altro.htm
109: sv e dintorni film e foto.htm
110: sv il basso fondale.htm
111: sv la zona intermedia.htm
112: sv lalto fondale.htm
113: sv flora e fauna.htm
114: sv il fondale in sintesi.htm
115: sv relitti basso f.htm
116: sv relitti alto f.htm
117: sv 7 meraviglie.htm
118: sv punti di immersione.htm
119: punti di immersione secche di vada.htm
120: sv 24 ciglio di terra.htm
121: sv 31 muraglione.htm
122: sv 34 lo scoglio di ammazzamucche.htm
123: sv 40 ciglio fantasma.htm
124: sv 64 il paretone.htm
125: punti di immersione livorno e dintorni.htm
126: ciabatta.htm
127: ld 60 lo spigolo.htm
128: ld 28 punta del monti.htm
129: sv snorkeling.htm
130: sv pesca con canna.htm
131: sv pesca a strascico.htm
132: sv altro tut e salva.htm
133: sv altro sport e tempo.htm
134: sv altro pericoli e consigli.htm